Palazzo Tozzoni

Entrare a Palazzo Tozzoni è come attraversare un varco temporale che ci trasporta nel passato. L’eleganza e la bellezza di questi ambienti rappresentano un prezioso esempio di casa museo in grado di rievocare gli stili di vita e i gusti della nobile famiglia dei Tozzoni.
Nelle sale di Palazzo Tozzoni arredi, suppellettili e dipinti sono la testimonianza di cinque secoli di vita di una famiglia dell’aristocrazia terriera, fortemente legata alla città di Imola. Tutto dialoga in un contesto integro, come nell’appartamento barocchetto o nell’ala Impero, oppure si intrecciano in una stratificazione di epoche e stili diversi, come nelle sale tardo ottocentesche.
Non solo oggetti e arredi definiscono palazzo Tozzoni: come in ogni casa museo l’atmosfera generale regala la sensazione che percorrendo le sue sale si possano percepire gli echi della vita sociale ed intima che vi si svolgeva.
Visite guidate, conferenze, mostre, laboratori didattici per bambini e per adulti, sono diventati consuetudine, così da essere appuntamenti importanti per cittadini e visitatori.

Informazioni generali

Via Garibaldi, 18 e Viale Rivalta, 93
40026 Imola (Bo)

Orari

Orari di apertura

Venerdì: 15-19
Sabato e Domenica: 10-13, 15-19

 

sabato 18 maggio 20-23
domenica 19 maggio 10-13, 15-20

Chiusure

dal lunedì al giovedì; 25 dicembre, 1 gennaio

Aperture straordinarie

Pasqua, Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno, 13 agosto (San Cassiano, patrono della città), 15 agosto, 1 novembre, 8 dicembre, 26 dicembre e 6 gennaio dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.

 

Sabato 18 maggio 20-23 e domenica 19 maggio 10-13, 15-20.

Note

Dal lunedì al venerdì aperto per l’attività didattica con le scuole su prenotazione, con almeno 10 giorni di anticipo.

Biglietti

Ingresso

Intero

4 €

Ridotto

3 €

2 musei

6 €

3 musei

8 €

Servizi

Guardaroba

Il guardaroba e gli armadietti sono gratuiti. Gli oggetti ingombranti vanno depositati prima di iniziare la visita.

Bookshop

Pubblicazioni, cataloghi, libri, riproduzioni, cartoleria e gadget vari.

Laboratori

Aule attrezzate per lo svolgimento di attività didattiche e laboratoriali rivolte alle scuole di ogni ordine e grado e alle famiglie.

Accessibilità

Il palazzo è una struttura storica accessibile solo parzialmente alle persone disabili. Possibilità di prenotare (con una settimana di anticipo) un servizio di superamento barriere architettoniche con attrezzature motorizzate.

Audioguida

Le audioguide sono gratuite, disponibili presso la biglietteria. Possibilità di ascoltare l’audioguida direttamente sul proprio smartphone. In italiano e inglese.

Visite guidate

È possibile prenotare visite guidate per gruppi (max 25 persone) in italiano, inglese e francese. Servizio a pagamento.

Prenotazioni eventi online

Attraverso l’App “Io Prenoto” è possibile prenotare gli eventi organizzati da Imola Musei. L’app è gratuita e disponibile sugli store iOS Apple o Android Google.

Come raggiungerci

A piedi

dalla stazione ferroviaria proseguire lungo il viale Andrea Costa verso il centro e seguire le indicazioni “Musei”

In taxi

il servizio di radio taxi è attivo 24 ore ai numeri 0542.28122 e 0542.29746. La stazione dei taxi è localizzata all’esterno della stazione ferroviaria

In autobus

autostrada “A 14”, uscita casello Imola, proseguire verso il centro per circa km 4

In auto

autostrada “A 14”, uscita casello Imola, proseguire verso il centro per circa km 4

Vai a Google Maps

L’archivio Tozzoni

Al piano nobile è collocato l’archivio del palazzo, dove sono conservati i 940 faldoni che racchiudono i documenti che testimoniano gli avvenimenti, gli affari e le relazioni sociali della famiglia in un arco di tempo che va dalla fine del secolo XV alla metà del secolo XX. L’archivio è catalogato e i documenti sono consultabili su richiesta.
Nell’archivio è conservato anche il manichino della contessa Orsola Bandini, moglie di Giorgio Barbato Tozzoni. La contessa morì nel 1836 e il marito, come atto d’amore estremo, volle far costruire un manichino modellato con le fattezze della donna, rivestito con gli abiti della contessa e acconciato con i suoi stessi capelli.

Per informazioni sulle modalità di consultazione dell’archivio Tozzoni:

Mostre

Visita anche